T

Zoom: Cliccare sull'Immagine

Capitolo 9 – Esercizio n°2

Descrizione: Riprendiamo l’esempio visto al Capitolo 8 paragrafo 8.10 del diagramma SFC per gestire una linea automatica di foratura piastre. Il nostro obiettivo è di scrivere il programma per il PLC utilizzando la tecnica Batch. Nei dettagli la modalità di funzionamento è descritta qui di seguito.

Modalità di funzionamento

La marcia e l’arresto del ciclo di lavoro devono essere comandati da due pulsanti S0 (Stop) e S1 (Marcia). Un sensore di prossimità capacitivo B2 rileva la presenza della piastra sotto il trapano. Se B2 = ON il mandrino gira e il trapano scende per effettuare la foratura

Il sensore di prossimità B5 di tipo REED montato sul pistone che comanda il movimento del trapano rileva quando è stata raggiunta la corsa max. nella fase di discesa. Se B5 = ON il trapano comincia la fase di risalita (il mandrino deve continuare a girare). Il sensore di prossimità B4 di tipo REED montato sempre sul pistone rileva quando è stata raggiunta la corsa min. nella fase di risalita. Se B4 = ON la rotazione del mandrino si ferma e riparte il nastro riparte. Un altro sensore capacitivo B3 rileva la presenza del pezzo forato a fine linea.

La luce di segnalazione P1 si deve attivare quando interviene la protezione termica B1 del motore.

La luce di segnalazione P2 si deve attivare quando è in corso un ciclo di lavoro.